Esiste veramente la guerriera Hua Mulan nella storia cinese?

Nel 1998, per la prima volta, l’American Disney Film Company ha prodotto il film d’animazione “Mulan” basato sulla storia del famoso personaggio storico chiamato Hua Mulan, la cui attendibilità è ancora molto discussa oggigiorno. Grazie al fascino della cultura orientale e la buona reputazione della casa produttrice, il film d’animazione ha ottenuto grandi successi nel mercato cinematografico al mondo.

mulan storia cinese
花木兰 Fior di Orchidea

Trama e Ambientazione del film Mulan

Lo sfondo storico è ambientato ai tempi dell’invasione degli Unni nel territorio della Dinastia Wei del Nord, la quale ha regnato dal IV secolo fino agli inizi del VI secolo (北魏). Il Khan ( 可汗l’imperatore ) introdusse l’arruolamento obbligatorio di tutti i suoi sudditi, stabilendo che almeno un’uomo per famiglia ha il dovere di lottare per il paese.

La protagonista Hua Mulan è la sorella maggiore di una sorella e un fratello. Nella leggenda il padre è vecchio e il fratello minore è ancora un adolescente. Ai tempi, le persone erano consapevoli dell’impossibilità di vedere il ritorno dei propri familiari dalla battaglia, quindi la morte è la più probabile sorte di tutti i soldati.

Per questa motivazione, Mulan ha preso una decisione coraggiosa: la giovanne ragazza si travestì da uomo e si arruolò nell’esercito al posto del padre. Cosi iniziò la sua spericolata avventura militare lunga circa 12 anni.

Dopo molti anni di combattimenti, molti dei compagni d’armi sono già morti nella battaglia, Mulan non solo sopravvisse, ma ricevette anche l’accoglienza da parte dell’imperatore della Wei del Nord.

Tuttavia, Hua Mulan ha rifiutato tutte le ricompense e gli incarichi da alto funzionario. La Giovane risolutamente decise di tornare nella sua città natale per potersi riunire ai suoi familiari.

mulan storia cinese
Disneyland_meet and greet_Mulan

L’origine della storia di Hua Mulan

La traduzione italiana di “Mulan” (木 兰) è magnolia (Mù: legno, làn: orchidea; letteralmente: orchidea-di-legno).

Tutta la fantasia e l’immaginazione di opere letterarie oppure cinematografiche di Mulan derivano dalla ” Ballada di Mulan“, che è stata per la prima volta trascrita nella ”Raccolta musicale del vecchio e nuovo tempo” ( 古今乐录 ) dal monaco Shi Zhijiang(释智匠)durante la dinastia Chen ai tempi della Dinastia del Nord e del Sud. Successivamente la ballata venne inserita nella “Raccolta poetica dell’ufficio della musica” (乐府诗集) di Guo Maoqian(郭茂倩) della dinastia Song.

Il contenuto centrale della storia è di una donna che si traveste da uomo per arruolarsi nell’esercito in nome del suo fratello, per conto del padre. Oggi, questo pezzo storico viene incluso nei contenuti dei materiali didattici delle scuole elementari in Cina ( Lezione 10, VII edizione del libro per le lezioni dell’istruzione obbligatoria pubblicata da People’s Education Press). Perciò, presumibilmente quasi tutti gli studenti in Cina hanno letto il passo dedicato a Mulan.

TI CONGISLIO DI LEGGERE ANCHE: Il marketing 2020 del qixi 七夕 festival in Cina

Ambiguità dell’epoca di produzione della ballada di Mulan

Come per tutte le racconte di successo, neppure la ballata di Mulan riuscì a sottrarsi da vari adattamenti avvenuti nel corso dei secoli. Pertanto, spesso troviamo la medesima trama con l’aggiunta oppure la cancellazione di alcune particolari dettagli.

In merito a questo punto di vista, possiamo scoprire che la storia della guerriera descritta nella Ballada la ”Raccolta musicale del vecchio e nuovo tempo”, non è assolutamente il lavoro di un singolo autore. Probabilmente esistevano già storie folcloristiche su Hua Mulan che si arruola nell’esercito per suo padre prima che la Ballada venisse scritta. Se si vuole ricercare un autore, probabilmente bisogna riferirsi a complesso degli scritti, storie e leggende popolari che la hanno ispirata e raffigurata, in seguito, abbellita e ritoccata da ulteriori autori e trascrittori. Esattamente come faceva il monaco Shi Zhijiang, con la ”Raccolta musicale del vecchio e nuovo tempo”.

Studiosi e letterati hanno ripetutamente fatto delle ricerche sulla “Ballada di Mulan”, sperando di trovare alcune tracce per provare la sua esistenza, ma non sono stati in grado di reperire informazioni concrete.

Inoltre, nella Ballata troviamo segni che rispecchiano tempi diversi della storia cinese. Ad esempio, la parte in cui recita “il Khan sta arruolando una grande forza “(可汗大点兵), fa riferimento alle dinastie del Nord durante il periodo delle dinastie del Sud e del Nord. Mentre nel passo “Si concessero dodici meriti”( 策勋十二转 ), si tratta di un chiaro riferimento ad un sistema di ricompense militari creato al tempo della Dinastia Táng (唐朝).

mulan storia cinese
Disneyland_Mulan_and_Mushu

Mulan è il vero nome della guerriera cinese ?

Nel periodo della Dinastia Chen del Sud ( Tempi della Dinastia del Nord e del Sud), il compilatore della ”Raccolta musicale del vecchio e nuovo tempo” il monaco di Zhijiang ha scritto l’annotazione: “Non si sa il nome di Mulan.” Qui bisogna notare ciò che l’autore ha messo in risalto è l’impossibilità di verificare il nome della ragazza. Quindi possiamo dedurre che ”Mulan” indichi il suo cognome. Considerare ”Mulan” come un cognome non è inappropriato, perché il popolo nomade Xianbei (鲜卑族), una delle popolazioni di maggioranza del Nord di origine mongola, ha sempre ereditato la tradizione del cognome doppio. Ad esempio “Pulan” (仆兰), oppure il moderno Mulan Paddock nella Mongolia Interna.

Il suo cognome deriva dal terzo atto ” Mulan femminile” di dramma poetico scritto dal drammaturgo Xuwei (徐渭), di epoca Ming. Per la prima volta Mulan ricevette il suo cognome “花”(Fiore), e non solo, infatti sono stati aggiunti anche i nomi di tutti i membri della famiglia.

Pertanto, è possibile che la figura di Hua Mulan sia effettivamente l’invenzione artistica di una donna soprannominata Mulan, e ritratta nella “Ballada di Mulan”.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Il marketing della Festa delle Barche Drago

Stile di Mulan e il Marketing dei prodotti femminili nel mercato dell’abbigliamento nella Cina di oggi

Il marchio cinese di abbigliamento Peacebird (太平鸟) tramite la collaborazione con l’IP di Mulan ha lanciato una serie di prodotti chiamati “Mulan’s New Clothes”花木兰的新衣. La serie è divisa in due parti: “Life”(Vita) e “Battlefield”(Campo di battaglia).

La parte “Vita” si basa principalmente sullo stile dell’abbigliamento Hanfu (汉服), un vestito tradizionale cinese apparso all’epoca di due leggendari imperatori Yang Di (炎帝) e Huang Di (黄帝) vissuti nei tempi antichi della storia cinese.

La serie “campo di battaglia” mostra la natura curvilinea dei corpi femminili e il loro aspetto valoroso, per evidenziare che non sono più soggetti sottomessi della società maschilista cinese.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Cos’è il vintage per i giovani cinesi?

Slogan di Peacebird per la Linea Mulan 2020

Allo stesso tempo, il contenuto in copy della campagna pubblicitaria ufficiale accogliendo la popolarità del film d’animazione ha enunciato lo slogan: ”Non con chi vorremo sposare, ma a chi vorremo diventare. Io sono Mulan”(我要成为谁,不是嫁给谁 我是花木兰). Questo messaggio fortissimo comunica che l’indipendenza delle donne e il coraggio di difendere i propri valori sono l’essenza dello ”spirito di Mulan”, e ciò che le donne moderne perseguono.

Il profondo contesto culturale locale e l’elevata conoscenza di Mulan all’estero, rapidamente consentito all’IP di associare al trend dello ” Guo Chao” (国潮).

Negli ultimi anni, per ringiovanire e rovesciare le consuetudini tradizionali, i marchi cinesi adoperano la strategia di crossover marketing per iniettare nuova energia nel proprio brand. Ciò non solo consentirà ai marchi in collaborazione di ottenere una maggiore visibilitàà, ma anche di elevare la loro attendibilitàà ai consumatori. Offrendo davvero una fresca esperienza personalizzata agli clienti e, in definitiva, ottenere una situazione vantaggiosa reciproca, sia per il marchio che per il consumatore.

Infine, veramente esisteva la guerriera Hua Mulan in storia cinese ?

Possiamo guardare Mulan come l’epitome e l’incarnazione dell’etica e morale tutelate dall’antico popolo cinese che rispettavano i propri genitori e compaesani, e difendevano il proprio valore sociale. Non importa se Mulan si esistita davvero o no, perché ci sono innumerevoli personaggi femminili così coraggiosi nella nostra storia, che hanno combattuto duramente e sacrificato se stessi per portare avanti il cammino della nostra civiltà umana.

Mulan siamo io e te, Mulan sopravvive nelle nostre vite, accanto a tutti quanti.

Conosci una persona cara e vicina che sia coraggiosa come l’eroina della tradizione cinese? Forse potresti menzionarla sotto i commenti dopo aver letto questo articolo.

Vuoi sapere di più sulla cultura cinese e come viene applicata al marketing?

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: La festa dei bambini in Cina

Se ti è piaciuto l’articolo seguimi anche su


Facebook


Instagram


Youtube


Linkedin


Weixin


Skype

#ChinaCommunication #BeSmileBeSmart

Se ti è piaciuto l’articolo seguimi anche su


Facebook


Instagram


Youtube


Linkedin


Weixin


Skype

#ChinaCommunication #BeSmileBeSmart

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *