Le tendenze dei consumi cinesi ed i trend di mercato sono volubili e molto sensibili a ciò che accade nel mondo, nella società e nel periodo storico. Però in questa prima metà del 2020 le differenze e le novità registrate sono state davvero tantissime. Vediamo quelle che sono state le 5 più importanti.

Il mercato dei consumatori cinese non è immune da una recessione globale

La pandemia Covid-19 nel 2020 ha avuto un enorme impatto sull’economia globale e sul mercato dei consumatori. Nonostante una rapida ripresa, il mercato dei consumatori cinese non è immune dagli effetti della recessione. Il PIL totale della Cina perderà circa 400 miliardi di dollari, ipotizzando un tasso di crescita del PIL inferiore del 3% rispetto a quello stimato. Sulla base del monitoraggio dei consumatori di CTR China, il consumo urbano della Cina sui prodotti FMCG durante la prima metà dell’anno è stato di circa 6 miliardi di dollari in meno rispetto agli anni precedenti, anche se gli FMCG sono prodotti essenziali quotidiani.
Cosa c’è dietro i cambiamenti? Uno dei motivi è una ridistribuzione della spesa tra diverse categorie. Le categorie che forniscono sicurezza, salute e felicità ai consumatori sono cresciute bene, mentre i prodotti e i servizi relativi alle feste sociali e per il tempo libero, come bevande e trucco, sono stati fortemente influenzati.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Emoji: nuovo trend del social media marketing cinese

Significativo aumento della penetrazione online

Il comportamento di acquisto dei consumatori è cambiato molto. Oltre alla diminuzione degli acquisti all’estero, anche la spesa negli ipermercati ha subito un grave impatto. In effetti, Covid-19 è diventato un acceleratore per l’e-commerce e la spesa online. Nella prima metà di quest’anno, l’acquisto di generi alimentari online è cresciuto del 161% mentre la crescita dell’e-commerce da sola è stata del 35%. Tale cambiamento è una continuazione delle tendenze passate, ma è stato accelerato dalla pandemia.

consumi cinesi 2020

I cambiamenti nei valori dei consumatori portano nuove opportunità ai marchi

Sotto la pandemia, i valori dei consumatori cinesi stanno subendo maggiori cambiamenti. Cominciano ad apprezzare di più la famiglia e trascorrono più tempo a prendersi cura delle loro famiglie. I consumatori cinesi sono anche disposti a dedicare tempo all’apprendimento di nuove competenze. Negli ultimi sei mesi, molti hanno iniziato a fare acquisti su telefoni cellulari, videoconferenze e persino imparare a trasmettere live streaming. Inoltre, il 74% dei consumatori desidera cercare la felicità e il divertimento nella vita. Un atteggiamento così positivo nei confronti della vita dovrebbe portare molte nuove opportunità ai marchi.

L’ultimo studio globale su “chi se ne frega di chi fa” del CTR China Consumer Index sottolinea inoltre che la percentuale di sostenitori della protezione ambientale della Cina raggiungerà il 53% nel 2020, un aumento del 13% rispetto allo scorso anno, indicando il cambiamento di concentrarsi sullo sviluppo sostenibile. In caso di reddito futuro incerto, i consumatori sono più preoccupati per la spesa. Tra gli intervistati, il 63% ha affermato che controllerà o ridurrà le spese non necessarie in futuro.

In seguito a tali cambiamenti nel sentimento dei consumatori, il latte biologico naturale e le bevande a base vegetale hanno guadagnato popolarità nel 2020. Anche i prodotti per l’igiene personale che aiutano a creare una vita familiare sana hanno registrato una crescita sostanziale. Ad esempio, Dove e Heytea, quest’ultimo un popolare marchio in Cina, hanno offerto un prodotto in co-branding che trasmette un’atmosfera amorevole e curativa a casa. Finora, questo prodotto è stato ben accolto dai consumatori.

consumi cinesi 2020

Classificazione dei consumi più evidente

L’analisi del CTR China mostra che i prodotti di fascia alta e quelli del mercato di massa di molte categorie stanno mostrando una buona crescita, mentre i prodotti con posizionamento di fascia media sono stagnanti. Questo fenomeno riflette che c’è ancora una forte domanda di beni di consumo di lusso leggero di alta qualità, ma il consumatore generale è molto più deliberato nell’acquisto di molti prodotti, cercando un rapporto qualità-prezzo piuttosto che il lusso.

Covid-19 ha offerto molte opportunità ai marchi cinesi, soprattutto per i nuovi marchi. L’analisi del CTR China Consumer Index mostra che i marchi cinesi sono entusiasti in termini di cogliere i segmenti di mercato in rapida crescita e soddisfare rapidamente le nuove richieste dei consumatori. Nella prima metà di quest’anno, sebbene l’industria della bellezza sia stata fortemente colpita, il 70% dei marchi di bellezza che hanno mostrato una crescita erano marchi locali in Cina.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: I migliori live streaming sui WeChat mini program in Cina

Social e-commerce, live-streaming e servizi locali iniettano nuova vitalità

Il social e-commerce è diventato un nuovo campo di battaglia per la crescita del marchio di consumo nel 2020. Secondo l’indice CTR China Consumer, la piattaforma di Pinduoduo è aumentata del 218% su base annua nella prima metà di quest’anno, in gran parte grazie al -Rendere giovani famiglie nelle città di primo e secondo livello. Aiutato da un sussidio di 10 miliardi di RMB, Pinduoduo non è più un luogo in cui le persone possono acquistare beni a basso costo. IPhones, Dyson e SKII possono essere acquistati su Pinduoduo. Allo stesso tempo, le vendite tramite WeChat sono diventate un’area in forte crescita, con sempre più marchi che costruiscono il proprio dominio privato direttamente su WeChat.

Anche il live streaming e-commerce è diventato un tema caldo nel 2020. Con l’aumento del traffico online, molti marchi sono passati al live streaming. Molti marchi stanno dimostrando i loro prodotti attraverso canali di live streaming che consentono ai consumatori di vedere il prodotto utilizzato in un ambiente dal vivo e, di conseguenza, migliora i tassi di conversione. In sostanza, le prestazioni del livestreaming dell’e-commerce dipendono dal traffico e dalle capacità della catena di approvvigionamento, motivo per cui Kuaishou ha stretto una partnership con JD.com.

Quest’anno ha visto anche un’evoluzione nei servizi locali. Sebbene l’O2O si sviluppi da molti anni, il Covid-19 ne ha notevolmente accelerato l’accettazione da parte dei consumatori. Nella prima metà del 2020, il 45% delle famiglie nelle città cinesi utilizza i servizi locali per acquistare beni di largo consumo. Si prevede che le categorie che si sono sviluppate lentamente nel commercio elettronico in passato, come prodotti agricoli, bevande, cibo per il tempo libero, ecc., Raggiungeranno un rapido sviluppo nei domini digitali nel prossimo futuro.

Vuoi sapere di più su come vendere in Cina?

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Growth hacking per le PMI in Cina

Se ti è piaciuto l'articolo seguimi anche su

#ChinaCommunication #BeSmileBeSmart

Unisciti alla discussione

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *