A partire dalla primavera del 2020, è comparsa in Cina una nuova tendenza che sta prendendo piede per il social media marketing ossia i post a tema Emoji. Questo si è riscontrato soprattutto fra i marchi del settore turistico. Questo tipo di contenuti ottengono un elevato coinvolgimento su WeChat e Weibo e sono stati utilizzati con successo da destinazioni, compagnie aeree e compagnie di crociera.

Gli emoji sono importanti soprattutto per il marketing Weibo, per suddividere il testo e aggiungere un elemento di divertimento e colore. Ma la tendenza nel 2020 è ora quella di rendere gli emoji il tema centrale del post, e si possono adottare diverse strategie. Alcuni post si sono contraddistinti dagli altri raggiungendo un grande successo fra il popolo di Weibo e WeChat. Ecco alcuni esempi di successo di marchi turistici internazionali.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: I migliori live streaming sui WeChat mini program in Cina

L’emoji social media marketing cinese di Dubai Tourism

Il primo di questi nuovi post a tema emoji è un articolo di WeChat all’inizio di aprile pubblicato da Dubai Tourism, che ha ricevuto il 15,5% di visualizzazioni in più rispetto alla media per l’account nello stesso periodo. Questo post illustrava le attrazioni di Dubai con gli emoji oltre ad essere un contenuto interattivo studiato secondo uno schema di gamification. Quando i lettori risolvevano il rebus creato con gli emoji toccando lo spazio bianco sottostante potevano vedere la foto dell’attrazione turistica corrispondente. Per esempio la combinazione di “un’emoji per il mondo + l’emoji “in alto” + un edificio”, rappresentava l’edificio più alto del mondo: il Burj Khalifa.

emoji social media marketing cinese

I social media marketing cinese di Cathay Pacific

Il post di metà luglio, non che la “Giornata mondiale delle emoji”, di Cathay Pacific illustrava le destinazioni verso cui vola la compagnia aerea, utilizzando le emoji. Ancora una volta, i lettori erano chiamati a giocare ed interagire con la pagina per risolvere il rebus di emoji. Come nel caso precedente una volta indovinato il nome segreto toccando la parte di schermo bianco sottostante potevano vedere la risposta. Per esempio c’era una combinazione che includeva “una montagna, sushi, borse della spesa e un treno” stavano a rappresentare Tokyo. Oppure la combinazione di “bicicletta, un tulipano e un pittore accanto a emoji di girasole e cielo notturno” equivaleva a “Amsterdam”. Il post ha ottenuto più di 36.000 visualizzazioni, il 71% in più rispetto alla media di Cathay Pacific in quel periodo.

emoji social media marketing cinese

Autorità del turismo della Thailandia – Ufficio di Shanghai

Grazie all’uso delle emoji ha ottenuto 62% di visualizzazioni in più rispetto alla media del periodo per il loro account. L’autorità del turismo per la Thailandia ha creato un post WeChat che attraverso le emoji raccontava tutte le attività che si possono fare in Thailandia. Accompagnato ovviamente dallo stesso meccanismo di gaminification come nei due casi precedenti. Ad esempio, “una coppia più la bandiera thailandese più una maschera da sub più un paio di pesci”, si è rivelata un suggerimento per le immersioni nel mare Thailandese. La cosa che ha contraddistinto questo contenuto dai precedenti è che agli utenti è stata chiesta una maggiore interazione. Questa interazione ulteriore consisteva nel fornire una serie di emoji che dovevano essere rielaborate in uno slogan turistico sulla Thailandia da parte degli utenti

emoji social media marketing cinese

AirAsia VS emoji social media marketing cinese

AirAsia ha adottato un approccio diverso e mentalmente più stimolante al post di emoji WeChat, infatti includeva un grande omaggio e un alto coinvolgimento. Il post di fine maggio utilizzava gli emoji per creare il suono dei nomi delle destinazioni, che i lettori avrebbero indovinato. Infine dovevano toccare lo schermo per scoprire se la risposta era quella corretta. Ad esempio, un pollo (ji) più un drago (long) più un ottovolante (qui), l’emoji è stato usato per indicare la parola “pendio / collina”, (po), indicavano Jilongpo, che è il nome cinese di Kuala Lumpur. La compagnia aerea ha fornito le risposte per quattro delle destinazioni, quindi ha chiesto ai lettori di risolvere altri 17 enigmi emoji-fonetica (tutti per le destinazioni dei voli della compagnia) per partecipare a un concorso per vincere un biglietto aereo gratuito. Il post ha ottenuto quasi 54.000 visualizzazioni, il 45% in più rispetto alla media dello stesso periodo per AirAsia. Negli ultimi mesi, questo avvincente post ha raccolto quasi 10.000 visualizzazioni aggiuntive.

emoji social media marketing cinese

Royal Caribbean International ed il suo caso fallimentare

Alla fine di luglio, Royal Caribbean ha organizzato una sfida emoji su Weibo, utilizzando emoji per illustrare cinque delle strutture a bordo della compagnia di crociera e chiedendo ai follower di indovinare le risposte e partecipare alla competizione. La sfida non è stata facile, perché agli utenti era chiesto di interpretare la combinazione fonetica e di immagine delle emoji. Per esempio dovevano dedurre la parola “Nanjiqiu”, il nome cinese per la rotta della nave “Sky Pad”.  Molti utenti hanno lamentato la difficoltà del gioco ed alla fine solo 15 persone hanno partecipato alla sfida.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Come aprire un account ufficiale WeChat?

L’emoji hanno fatto sbottonare anche i profili social svizzeri

Per celebrare la festa nazionale della Svizzera il 29 luglio, l’ente del turismo ha pubblicato una sfida emoji e un regalo su Weibo che richiedeva un vocabolario in lingua inglese abbastanza ampio. L’NTO ha scritto una frase usando gli emoji, basata sulla prima lettera del nome inglese dell’elemento in ciascuna illustrazione. Quindi un cono gelato era “I”, una ciambella era “D” ecc. Più di 200 persone hanno partecipato al concorso pubblicando la soluzione su Weibo: “I NEED SWISSERLAND”.

emoji social media marketing cinese

Portando tassi di lettura superiori alla media e creando un’interattività piuttosto elevata da parte dei follower, i post a tema emoji si dimostrano un buon modo per coinvolgere i consumatori cinesi sui social media quest’anno. Questo perché offrono un’attività divertente che può essere utilizzata per promuovere il tuo prodotto o marchio, e facilmente collegato a un regalo. La cosa importante da tenere a mente è la difficoltà e la complessità del gioco, agli utenti non piace passare troppo tempo sullo stesso post, poi si annoiano deve essere una cosa leggere e facile da risolvere in modo che possa dare una rapida e facile sensazione di soddisfazione. Per giochi ed attività più impegnative o lunghe bisogna rivolgersi ad altre piattaforme.

Vuoi sapere di più su come vendere in Cina?

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: Vendere con il growth hacking in Cina

Se ti è piaciuto l'articolo seguimi anche su

#ChinaCommunication #BeSmileBeSmart

Unisciti alla discussione

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *