La festa del 1 maggio in Cina, cenni dal passato fino ad oggi. Interessante capire come la Cina si sia adattata all’epidemia da COVID-19.

Breve storia sul 1 maggio in Cina

Nel 1918, la festa dei lavoratori, è arrivata in Cina, però solo nel 1949 è diventata una festa nazionale ufficiale. Nel 1949 è stata definita una delle 3 Golden Week insieme alla festa di primavera ed il National Day del 1° ottobre, infatti gli erano state assegnati 4 giorni di riposo.

Però nel 2008 è stata ridotta perché sono state aggiunte al calendario ufficiale le festività delle Barche drago, del Qingming e quella di metà autunno. Nonostante questo dal popolo cinese, visto anche il periodo primaverile dell’anno, è vissuta come un’ottima occasione per fare turismo e riposarsi.

Nel 2019 la festa del 1° maggio è stata riportata a 4 giorni di riposo, mentre quest’anno erano previsti 5 giorni di riposo. Questa scelta di aumentare i giorni di festività ha inciso notevolmente nel bilancio del mercato turistico cinese.

1 maggio Cina

Come viene vissuta la festa dei lavoratori nel 2020 in Cina?

Cosa possiamo dire per questo 2020? Cosa sta succedendo dopo la riapertura dalla quarantena?

1- Per chi ha deciso di spostarsi per viaggiare, ovviamente all’interno della Cina vista la situazione dell’epidemia COVID-19, la scelta della propria meta e le proprie prenotazioni sono avvenute sulle applicazioni di prenotazione online come: Ctrip.com, Elong.com o 驴妈妈旅游网.

2- Le mete preferite sono legate alla natura ed ai siti storici.

3- Stanno ricevendo grande successo e apprezzamento dal pubblico cinese gli Online Touring, come quello lanciato per la Città Proibita durante il periodo della quarantena.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE: DOVE SI VERIFICANO GLI ERRORI DI SPESA PER VEDERE IN CINA?

I dati sulle ricerche per i viaggi dell’1 maggio in Cina?

Essendo la prima festa del 1 maggio di 5 giorni dal 2008 ci si aspettava un’importante crescita nel mercato turistico prima dell’epidemia. Infatti, molte persone e famiglie avevano già programmato le loro vacanze prima dell’epidemia, con viaggi o escursioni più o meno lontane da casa.

Molte famiglie durante l’epidemia da Coronavirus avevano cancellato i loro programmi per queste vacanze di maggio. Però, grazie alla riapertura le cose potrebbero riprendersi. L’agenzia di viaggi online, Ctrip.com ha pubblicato le statistiche degli spostamenti previsti fra l’1 ed il 5 maggio, registrando un aumento del 353% rispetto ad aprile. Ma nella realtà dei fatti, vista anche l’epidemia, è stata solo del 160%. Sicuramente considerando il fatto che c’è stato il lock down gli spostamenti erano ridotti a zero anche se non corrisponde al dato previsto può essere considerato un ottimo segnale di ripresa.

1 maggio Cina 2020
Fonte: Ctrip.com

Un’altra piattaforma di viaggio online, Elong.com, ha affermato che le ricerche online per biglietti aerei fra il 30 aprile ed il 3 maggio sono aumentate. Le ricerche del 30 aprile hanno triplicato quelle del 29 aprile. Questo ci fa capire come il popolo cinese senta il bisogno e voglia di viaggiare e di riprendere più che mai la vita quotidiana e potersi godere a pieno quello che il mondo ha da offrire. Desiderio incentivato probabilmente dal lungo periodo di lock down e quarantena.

Anche Qunar.com il 20 aprile ha dichiarato che le ricerche di hotel, nelle regioni di Pechino, Tianjin-hebei, in occasione del 1 maggio sono aumentate molto rapidamente rispetto ai giorni precedenti (tra il 18 ed il 20 aprile). Si suppone che questo cambiamento sia sempre dovuto alla riapertura ed hai controlli sanitari che danno maggiore sicurezza ai cittadini. Nelle rispettive regioni sono aumentate del 40% anche le ricerche per acquisto di semplici biglietti del treno. Anche nella zona di Qinhuangdao le prenotazioni per hotel sono aumentate notevolmente rispetto ai giorni precedenti.

1 maggio Cina 2020
fonte: www.bjd.com.cn

Quali sono le mete per il ponte dell’1 maggio in Cina?

Ctrip.com ha dichiarato nel suo rapporto che 10 luoghi panoramici sono pronti a diventare le fughe più ambite durante le vacanze del Labor Day: il Campanile di Xi’an, il Museo del sito del Mausoleo dell’imperatore Qinshihuang, il Palazzo presidenziale, il Buddha gigante di Leshan, l’antica Taierzhuang Città, Humble Administrator’s Garden, Sezione Badaling della Grande Muraglia, Dujiangyan Irrigation System, Tang Paradise e Huqiu.

La piattaforma di viaggio online Lvmama.com afferma che pacchetti di viaggio come quelli per due giorni e una notte o tre giorni e due notti, compresi hotel e pasti, sono piuttosto popolari. E il 75% dei suoi utenti ha scelto luoghi panoramici o parchi rurali per trascorrere le vacanze.

Muraglia cinese

Come si sono organizzate le attrazioni turistiche nel post Covid-19?

Dato lo scoppio di COVID-19, alcuni punti panoramici sono stati riaperti al pubblico, mentre molti altri no.

I punti panoramici nel paese hanno attuato misure di controllo a seguito dell’avviso emesso congiuntamente dal Ministero della cultura e del turismo e dalla Commissione nazionale per la salute il 13 aprile. L’avviso emesso richiede punti panoramici per sospendere l’apertura di aree interne e controllare il numero di turisti al di sotto 30 percento della capacità massima. A Pechino, dal 20 aprile erano stati aperti al pubblico 73 luoghi panoramici, tra cui la sezione Mutianyu della Grande Muraglia, la sezione Badaling della Grande Muraglia e il lago Yanqi. Mentre 165 punti sono ancora chiusi.

Nello Hubei, solo 266 su 421 aree panoramiche sono state riaperte dal 24 aprile. La maggior parte sono punti panoramici naturali o in aree esterne.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: LA GENERAZIONE SILVER CINESE È UN MERCATO IN CRESCITA

Shanghai ha affermato che alcuni dei suoi punti panoramici rimarranno chiusi durante le vacanze, tra cui la Oriental Pearl Radio & TV Tower, la Shanghai Historical Development Exhibition Hall e la Sightseeing hall della Jinmao Tower.

A Shenzhen, la città cinese d’oltremare ha riaperto dal 23 marzo, ma ha ritardato l’orario di apertura giornaliero alle 10 del mattino e chiuso le aree interne. Un esempio è il Xiaomeisha resort che ha aperto al pubblico le aree esterne ma tiene chiuse al pubblico quelle interne. Da notare che, nonostante le misure restrittive, il suo Grand Canyon Park ha ricevuto solo fino a 9.000 turisti al giorno. Mentre per il Safari Park Shenzhen è stata scelta la strategia di accogliere visitatori solo su prenotazione.

A Jinan, Shandong, più della metà dei punti panoramici, tra cui la migliore primavera del mondo, hanno ripreso l’attività ma non ricevono gruppi di turisti dall’esterno della provincia di Shandong. Nella provincia di Anhui, il comitato di gestione dell’area scenica di Huangshan permetterà fino a 1.500 visite turistiche in un giorno e sono vietati gruppi di oltre 30 persone.

1 maggio Cina

La tecnologia nelle vacanze 2020 in Cina

Durante l’epidemia di COVID-19, i tour online sono diventati un’altra opzione di viaggio. Probabilmente durante questo ponte del 1 maggio riceveranno un’ulteriore incremento in Cina.

I servizi su piattaforme di livestream social come mostre o luoghi panoramici sul cloud o touring sul cloud offrono nuove esperienze di viaggio da casa. In diverse migliaia sul portale di viaggi di Alibaba Feizhu hanno creato live streaming itineranti. Ogni giorno durante l’epidemia, l’app ha visto oltre 100 livestream. Persino il Museo del Palazzo Imperiale ha anche lanciato il suo tour panoramico virtuale sull’app.

Città proibita Cina

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: LA CREATIVITÀ DEI BRAND DI LINGERIES CINESI PAGA

Cosa suggeriscono gli esperti cinesi?

Li Lanjuan, membro del National Health Commission, ha dichiarato: “Durante la pandemia globale, viaggiare in Cina è comunque l’opzione più sicura. Il pubblico è OK a visitare la città in luoghi non così affollati”.

Zhang Wenhong, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Ospedale Huashan, ha suggerito che il pubblico dovrebbe portare il proprio cibo quando esce, in modo che possano evitare di cenare con molte altre persone in spazi condivisi.

Wang Guangfa, membro del gruppo di esperti della National Health Commission, ha affermato che al pubblico non è consigliato di visitare luoghi molto gettonati, per evitare la concentrazione delle persone. Suggerisce anche di indossare una maschera durante il viaggio e di lavarsi le mani quando torna a casa.

Wu Zunyou, capo del Centro epidemiologico cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha ritenuto che le riunioni dovessero essere attentamente evitate anche se esiste un rischio generalmente basso di esposizione a COVID-19 in Cina.

Il Ministero della Cultura e del Turismo ha anche invitato il pubblico a prendere in seria considerazione la protezione individuale e controllare la temperatura corporea anche in vacanza. In caso di malessere, si dovrebbe informare immediatamente i dipendenti del punto panoramico.

Vuoi sapere di più sul mondo del business cinese?

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE: CAROSELLO: IL FUTURO DELLA PUBBLICITÀ TELEVISIVA IN CINA

Se ti è piaciuto l’articolo seguimi anche su Facebook e Instagram, cerca @ChinaCommunication o #ChinaCommunication

Vedi

Unisciti alla discussione

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *